Il mio intervento in merito alla delibera “sull’aggiornamento delle linee programmatiche per il mandato 2009-2013 della Deputazione Generale della Fondazione MPS”

Poco fa sono intervenuto in Consiglio Provinciale sull’argomento riportato nel titolo del post:

Siamo qui a discutere un documento molto importante, che contiene gli indirizzi per la più importante fondazione bancaria del nostro Paese. Un documento che, come si richiama giustamente nell’oggetto, è un aggiornamento di quegli indirizzi che già abbiamo formulato poco più di due anni fa proprio in questa sede. Un aggiornamento resosi necessario poiché è cambiato il mondo (come è stato ricordato poc’anzi dal Presidente Bezzini):

  • è cambiato lo scenario internazionale per via di una crisi globale di natura economica-finanziaria che ha interessato tutti i settori produttivi non da ultimo gli stessi stati sovrani, Italia in primis, i quali proprio in questi giorni sono sotto attacco speculativo dettati dalla scarsa fiducia nei confronti dei loro governi;
  • è diminuita la fiducia dei mercati finanziari nei confronti delle più importanti banche italiane;
  • infine è cambiata la situazione patrimoniale della Fondazione vuoi perchè ha risentito della congiuntura economica, vuoi perchè ha sostenuto ben due aumenti di capitale nel giro di circa tre anni, un’operazione necessaria e strategicamente utile che però impone che la FMPS ponga particolare attenzione agli aspetti gestionali della Banca attraverso un maggiore controllo sull’attuazione degli indirizzi ed esercitando un monitoraggio più assiduo dei risultati gestionali della stessa. Noi crediamo che ciò sia nelle prerogative della Fondazione che a sua volta deve tutelare gli interessi dei suoi azionisti di rifermento: i cittadini di Siena e del suo territorio.

Quindi non solo negli interessi della banca, ma anche di quelli della comunità. Crediamo sia importante che la FMPS si concentri nella salvaguardia del suo patrimonio, vero garante della senesità della Banca MPS, attraverso un chiaro piano di recupero.

L’interesse della Fondazione non necessariamente coincide con l’interesse della Banca, anche se alla sua capacità di reddito è strutturalmente legata. La ricapitalizzazione di luglio ha senz’altro portato ossigeno indispensabile alla Banca e ha permesso alla Fondazione di mantenerne la maggioranza della proprietà, ma ha anche esposto la fondazione ad un forte indebitamento. E’ per questo che è indispensabile che la Fmps si concentri nel recupero del patrimonio e nella sua diversificazione. Crediamo infine che la politica debba porre massima attenzione alle soluzioni che verranno proposte e che debba manifestare nel far ciò maggiore coraggio: poiché (parafrasando il titolo di una trasmissione di Celenatono) la situazione della FMPS non è buona.

Per quanto riguarda le priorità sulle quali si deve concentrare l’attività della Fondazione, queste sono per rappresentate nel nostro ordine del giorno incidentale, mi preme comunque ricordare quelle che secondo noi sono più rilevanti: la tutela del mondo del lavoro; la rete di protezione sociale e del diritto ala studio; il supporto allo sviluppo dell’attrattività, dell’innovazione e della valorizzazione delle eccellenze del territorio; infine il proseguio dell’ammodernamento della rete infrastrutturale e dei trasporti della nostra provincia.

Annunci

Autore: antonio giudilli

Antonio Giudilli ha 47 anni. Vive a Vagliagli, nel comune di Castelnuovo Berardenga. Lavora all'Università di Siena presso il Centro Servizi CUTVAP.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...