Cambiare lo Statuto della Fondazione si può

Specie se lo si fa per salvare la poltrona di Paolo Biasi, Presidente della Fondazione Cariverona:

Capita che Biasi, che è anche imprenditore, sia inciampato in un’inchiesta giudiziaria per il fallimento di un’azienda di famiglia. L’accusa è bancarotta preferenziale.

Problema: lo statuto della fondazione prevede la sospensione dei consiglieri in caso di condanna in primo grado. Biasi, in sella da quasi vent’anni, poteva farsi da parte in attesa che venissero chiariti i fatti. In altri tempi sarebbe successo così. Che credibilità può avere un banchiere accusato di bancarotta? E invece, com’era prevedibile, è arrivato il salvagente. Con l’appoggio del sindaco leghista di Verona Flavio Tosi, socio pesante della Fondazione, venerdì scorso l’ente ha varato una modifica dello statuto. Adesso il consigliere condannato in primo grado viene sospeso, ma il consiglio generale della Fondazione ha la facoltà di reintegrarlo immediatamente. (Continua a leggere su Il Fatto Quotidiano)

 

Annunci

Autore: antonio giudilli

Antonio Giudilli ha 47 anni. Vive a Vagliagli, nel comune di Castelnuovo Berardenga. Lavora all'Università di Siena presso il Centro Servizi CUTVAP.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...