Vediamo se è un uomo o un quaquaraquà

Alla luce delle nuove intercettazioni il profilo umano e politico di Silvio Berlusconi ne esce distrutto: ora voglio vedere cosa si inventeranno i suoi per difenderlo. Anche perchè è chiarissima una cosa: Berlusconi ha mentito agli italiani.

Vabbè direte, e dov’è la novità? C’è ed è bella grossa: le carte questa volta sono saltate fuori dopo poco più di una settimana da quando lui ha negato ad ogni occasione pubblica che ci fosse stata la benchè minima vicenda di sesso a pagamento, con minorenni e non, a casa sua. E’ passato troppo poco tempo. Gli italiani, che hanno la memoria corta, questa volta hanno ancora la sua voce menzoniera che riverbera  nelle orecchie. E questo potrebbe scuoterli.

Ha ragione Luca Sofri quando dice che questa volta si, citare il caso Clinton – Lewinsky ha senso. Poichè allora come oggi un uomo ha mentito davanti alla Nazione. Allora come oggi è venuta fuori la verità grazie a delle registrazioni. Allora come oggi un uomo è di fronte alla Nazione a rispondere delle sue bugie. Una cosa però è successa allora ma dubito succeda oggi: Clinton si presentò davanti agli organi preposti dalla Costituzione americana per farsi giudicare, farà lo stesso Silvio berlusconi? Fino a ieri ha detto che no, non lo farà. Vedremo ora se Silvio Berrlusconi è un uomo o un quaquaraquà come dicono i suoi amici siciliani.

Annunci

Autore: antonio giudilli

Antonio Giudilli ha 47 anni. Vive a Vagliagli, nel comune di Castelnuovo Berardenga. Lavora all'Università di Siena presso il Centro Servizi CUTVAP.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...