Perchè siamo diversi

Lo scorso otto luglio un lettore del Corriere di Siena si chiedeva in cosa si differenziava L’italia dei Valori rispetto al PD e al PDL riguardo agli sprechi e ai temi della casta. Di seguito le mie osservazioni:

Il partito Di Pietro Italia dei Valori ha da sempre individuato nella lotta agli sprechi uno dei temi su cui ha basato la propria azione politica. Basti ricordare il lavoro avviato dalla Senatrice Franca Rame durante la precedente legislatura con uno studio approfondito (interamente finanziato dalla stessa) avente lo scopo di individuare gli ambiti di intervento a favore della lotta agli sprechi, oppure le battaglie a favore della riduzione del numero dei parlamentari; il sostegno alla proposta di legge popolare promossa dal Blog di Beppe Grillo denominata “Parlamento Pulito”, solo per citare qualche esempio. Sul sito www.antoniodipietro.it poi è possibile trovare lo storico della nostra ampia attività politica in merito ai temi evidenziati dal lettore.

Il nostro partito ha deciso da sempre di stare nel centrosinistra, è attualmente impegnato per costruire un’alleanza del riformismo italiano che possa essere alla guida del Paese nel prossimo futuro; è costantemente impegnato in un’opposizione serrata tesa a smascherare ogni tentativo da parte del Governo che miri a stravolgere l’attuale ordinamento democratico.

Durante le scorse elezioni per il Parlamento Europeo, su 72 candidati totali, ha dimostrato di fare le cose sul serio candidando ben 67 persone prese dalla società civile e soltanto 5 appartenenti al partito dell’Italia dei Valori.

La nostra azione politica è rivolta a cambiare il costume politico, all’attuazione dei programmi e al rispetto degli impegni presi con gli elettori.

Mi vengono in mente le parole (riprese dall’ultimo libro di Antonio Padellaro “Io Gioco Pulito”) di un’attivista del Partito Democratico che di fronte a Veltroni gli chiede: “Caro segretario perché non sappiamo mai cosa dire? Tu duci di tornare nelle nostre piazze, ma qual è la posizione del nostro partito sui temi etici? E sul caso di Eluana Englaro? E sulla questione morale? E sulle giunte di Napoli? Ci dici di tornare a distribuire volantini, ma cosa ci scriviamo sopra?”

Ecco, l’Italia dei Valori ha saputo rispondere a queste domande e per questo è stata premiata alle scorse elezioni.

Annunci

Autore: antonio giudilli

Antonio Giudilli ha 47 anni. Vive a Vagliagli, nel comune di Castelnuovo Berardenga. Lavora all'Università di Siena presso il Centro Servizi CUTVAP.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...