Una domanda al Sindaco di Castelnuovo Berardenga

In provincia di Siena ci sono molte frazioni con un consistente numero di abitanti, a volte superiore ai 500, che come tipologia di depurazione utilizzano la fossa biologica. Questi nuclei abitati, sulla base del funzionamento del Servizio Idrico Integrato e sulla base della normativa vigente, sono seguiti tecnicamente dal GESTORE UNICO del Servizio Idrico integrato. Per noi abitanti di Castelnuovo Berardenga il Gestore è l’Acquedotto del Fiora Spa con sede in Grosseto. A Castelnuovo fra le varie frazioni servite da una fossa biologica c’è anche Vagliagli, che risulta essere un nucleo abitativo considerevole con più di 600 abitanti.

Considerato che la gestione del Servizio idrico Integrato è problematica assai delicata, sia dal punto di vista della risorsa idrica sia dal versante delle ricadute; che un cattivo smaltimento dei liquami e quindi la sua più idonea depurazione possono avere una pesante ricaduta sull’ambiente e sulla falda idrica e considerato che la falda poi torna ad essere risorsa idrica utile per la sopravvivenza delle nostre comunità, è importante conoscere quali provvedimenti intendono assumere gli Enti preposti alla tutela della acque ed in questo senso in primo luogo gli AATO dell’acqua ed i Gestori. Nel terzo millennio con tutte le problematiche idriche che sta attraversando il Pianeta è necessario che una giusta depurazione di un centro abitato come Vagliagli non possa continuare ad essere gestita attraverso un solo trattamento primario come una fossa biologica di una abitazione, ma che questo venga, attraverso gli opportuni interventi ed investimenti trasformato in una tipologia depurativa idonea e rispettosa della Legge sia in riferimento all’art. 105 del D.Lgs.152/2006 che trova riscontro normativo/ regolamentare negli artt. 18,19 e 20 del Regolamento RegionaLE 28/R/2003. A questo fine si intende rivolgere un quesito al Sindaco di Castelnuovo Berardenga, in qualità di Autorità Sanitaria del Comune al fine di sapere quali provvedimenti l’Amministrazione Comunale e gli Enti preposti AATO 6, Acquedotto del Fiora e ARPAT di Siena hanno assunto o intenderanno assumere nei confronti della problematica sollevata.

Annunci

Autore: antonio giudilli

Antonio Giudilli ha 47 anni. Vive a Vagliagli, nel comune di Castelnuovo Berardenga. Lavora all'Università di Siena presso il Centro Servizi CUTVAP.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...