Wa(l)terloo

Pensavo a Veltroni. In pochi mesi è stato capace di: riabilitare Berlusconi, far ricompattare la casa della libertà, far cadere Prodi, perdere le elezioni, far sparire la sinistra, perdere la poltrona di Sindaco di Roma. Se avesse continuato a fare il sindaco,  perlomeno Roma sarebbe ancora in mano alla sinistra. Se fossimo in un paese normale, dopo tanti disastri, minimo dovrebbe rassegnare le dimissioni. Ma siamo l’Italia. E tanto basta.

Annunci

Autore: antonio giudilli

Antonio Giudilli ha 49 anni. Vive a Vagliagli, nel comune di Castelnuovo Berardenga. Lavora all'Università di Siena presso il Centro Servizi di Ateneo per il Sistema Museale Universitario Senese SIMUS.

One thought on “Wa(l)terloo”

  1. Sono pienamente d’accordo, il Wa(l)ter è stata un’autentica sciagura per la sinistra…

    [OT] a proposito di Waterloo, che dire allora di Luca Luciani, V.p. Telecom Italia da € 800.000,00 l’anno che è apparso (basti cercare il suo nome su youtube e trovi almeno 7 versioni, inglese compreso) come un perfetto ignorante arrogantissimo, strapagato e impunito? Un residuato dell’epoca Tronchetto dell’infelicita? [/OT]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...