Cosa vogliono dirci?

Non so se avete notato la pubblicità progresso sulla droga. Dal messaggio si evince che se un ragazzo si droga, la colpa è del papà che non lo ascolta. Ancora una volta si scrollano di dosso le colpe, passando la palla al cittadino. La droga viene d(e)rogata ancora una volta! Quando accadrà che vedremo uno spot che dica davvero come stanno le cose?

Annunci

Autore: antonio giudilli

Antonio Giudilli ha 47 anni. Vive a Vagliagli, nel comune di Castelnuovo Berardenga. Lavora all'Università di Siena presso il Centro Servizi CUTVAP.

4 thoughts on “Cosa vogliono dirci?”

  1. Di primo acchito direi di si, ma, penso, riuscirebbe anche a gestire organismi, strutture etc..necessarie a renderla legale.
    Produzione smistamento…etc…
    Ma, sarebbe più opportuno.

    Mi piace

  2. Io penso che, non volendo assolutamente eliminare il problema alla radice deviano l’attenzione verso problemi laterali.
    La droga è gestita dalla MAFIA, come tutti sanno e la MAFIA è lo stato, dunque…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...